Endless Residency | In Ruins

 

esperienze di residenza in contesti storico archeologici

a cura di Giulio Verago e Silvia Conta

In-ruins collabora attivamente con Endless Residency, osservatorio che indaga le residenze artistiche a livello internazionale, per stimolare il dibattito sulla mobilità degli artisti visivi e promuovere la conoscenza delle migliori pratiche italiane e internazionali. 

 

 

Mobilità e cura in aree archeologiche e di interesse storico co-curato da Endless Residency ed In-ruins  

lunedì 14 marzo 2022

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Programma 0:00 - Intro 3:54 -

Emma Talbot, artista 14:23 -

Prof. Valentino Nizzo, archeologo, direttore Museo Nazionale Etrusco Villa Giulia, Roma 28:09 -

Niovi Zarampouka-Chatzimanou, direttrice Victoria Square Project, Atene 49:55 -

Aloisia Leopardi, fondatrice Castello San Basilio, Basilicata 1:11:52 -

Maria Luigia Gioffrè, artista e fondatrice, Nicola Guastamacchia, artista e curatore, Nicola Nitido, curatore, In-ruins

 

 

Endless Residency | Public Program In Ruins: esperienze di residenza in contesti storico archeologici

con Maria Luigia Gioffrè, Nicola Guastamacchia e Nicola Nitido (In-Ruins)

Venerdì 9 luglio 2021

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tra le realtà coinvolte attraverso i loro portavoce: Archivio Atelier Pharaildis Van den Broeck (Milano), Chiara Brambilla per Dipartimento di Scienze Umane e Sociali dell’Università di Studi di Bergamo, CARS (Omegna), Casa degli Artisti (Milano), CASTRO (Roma), Civitella Ranieri (Umbertide, PG), Cripta 747 (Torino), Fare (Milano), Il Crepaccio (Instagram), In-Ruins Residency (Calabria), Lateral Geographies (online residency), Luigi Galimberti per Res Artis (worldwide network of arts residencies), Todd Lanier Lester (artista, scrittore e produttore culturale), Museo Carlo Zauli (Faenza), Visualcontainer (Milano) 

Endless Residency si avvale inoltre della collaborazione di Res Artis - network globale per la mobilità, del Dipartimento di Scienze Umane e Sociali dell’Università di Studi di Bergamo e con il patrocinio di ICOM Italia.